Cinema – di Stefania Bergo

cafarnao giovedì 4 aprile, 2019
Articolo scelto dalla Redazione
Letto 23 volte

Ad aprile arriva nelle sale Cyrano Mon Amour, la nascita della celeberrima commedia di Edmond Rostand. Due i film d’animazione, molti quelli che ci portano lontano e un horror di denuncia sociale.

Ad aprile l’offerta di film in prima visione è davvero ricca e variegata.
Al cinema arriva Cyrano Mon Amour, per la regia di Alexis Michalik, il film sulla nascita delle celeberrima commedia di Edmond Rostand.

Nel 1897 Edmond Rostand, poeta inquieto e misconosciuto di ventinove anni, si ispirava liberamente al fantasma di uno scrittore dimenticato, Cyrano de Bergerac, per scrivere un dramma eroico e melanconico che farà la gloria del Théâtre de la Porte Saint-Martin.
Cyrano Mon Amour | da mymovies.it

Interessanti anche tre film che ci portano lontano: Il viaggio di Yao, ambientato in Senegal, con protagonisti Omar Sy – lo ricordiamo in Famiglia all’improvviso – e un bambino che deve tornare al suo villaggio attraverso un’Africa polverosa e seducente; Cafarnao, caos e miracoli, premiato al Festival di Cannes, candidato al Golden Globes e all’Oscar come miglior film straniero, è ambientato a Beirut e narra di un bambino che denuncia i genitori per averlo messo al mondo senza potergli garantire una vita dignitosa, quella che gli spetta per diritto; Oro verde, c’era una volta in Colombia racconta invece la saga di una famiglia, da semplici pastori a trafficanti di droga, un film tra antropologico e gangster movie, una lente sulla trasformazione epocale e violenta di un popolo.
Di solito non segnalo horror, perché credo che di orrore nel mondo ce ne sia già a sufficienza e che, tolti quelli dai profondi risvolti psicologici o di denuncia, non facciano altro che alimentare un desiderio di “sangue” di cui dovremmo essere saturi. Ma Noi promette di essere non solo un film ricco di suspense, ma anche «un horror politico sulle disparità sociali, intelligente e teso, ironico e stratificato»: infatti, porta nelle sale Jekyll e Hyde, la libertà del benessere e la prigionia della povertà, il divario sociale tra bianchi e neri.
Due i film d’animazione per i più piccoli: Wonder Park, distribuito da 20th Century Fox, e A spasso con Willy, distribuito da Notorious Pictures.

IL VIAGGIO DI YAO

IL VIAGGIO DI YAO

Uscito il 4 aprile
Commedia, Francia 2018.
Regia di Philippe Godeau.
Con Omar Sy, Lionel Louis Basse, Fatoumata Diawara, Germaine Acogny, Alibeta.

Omar Sy seduce con la sua umiltà e la sua sobrietà in un road movie dalla sincerità disarmante.
Nato in Francia da una famiglia senegalese, Seydou Tall è una star del cinema che sull’onda di un’autobiografia di successo arriva in Senegal. Ad accoglierlo c’è Yao, un ragazzino venuto da molto lontano solo per un autografo. L’attore, colpito da tanta determinazione, lo riporta a casa, affrontando un viaggio che stravolgerà qualsiasi storia scritta prima. Omar Sy, emozionato e riflessivo, seduce con la sua umiltà e avanza in un film di una sincerità disarmante. Il road movie di Philippe Godeau è una meditazione esistenziale sui rischi di un sogno senza radici. Un film semplice – ma mai semplicistico – sulla paternità, la trasmissione e la ricchezza della differenza.

NOI

NOI

Uscito il 4 aprile
Horror, Thriller – USA 2019.
Regia di Jordan Peele.
Con Lupita Nyong’o, Winston Duke, Elisabeth Moss, Tim Heidecker, Yahya Abdul-Mateen II.

Un horror politico sulle disparità sociali, intelligente e teso, ironico e stratificato.
1986. In un Luna Park la piccola Adelaide incontra per la prima volta il suo doppio. A molti anni di distanza, una vacanza scatena di nuovo minacciosi doppi e questa volta non solo di Adelaide, bensì di tutta la sua famiglia.
Fin dal titolo Noi implica un Loro, perché il film di Jordan Peele è un horror politico sulle disparità e, come i migliori film sul doppio, è un crudele gioco di ribaltamenti. Se Scappa portava l’esperienza di essere neri negli USA al centro di un’opera di intrattenimento, Noi è invece un film più ambizioso e allegorico, un’opera dove le opposizioni sono incise nei dettagli delle immagini, delle citazioni e della colonna sonora, a volte con toni da commedia ma più spesso inseriti in un horror profondamente efficace.

CAFARNAO - CAOS E MIRACOLI

CAFARNAO – CAOS E MIRACOLI

In uscita l’11 aprile
Drammatico, Libano, USA 2018.
Regia di Nadine Labaki.
Con Zain Alrafeea, Yordanos Shifera, Boluwatife Treasure Bankole, Kawsar Al Haddad.

Un film fragile e prezioso che vive a Beirut ma può svolgersi ovunque, e che tutti dovrebbero vedere.
Zain ha 12 anni e appartiene a una famiglia numerosa. Facciamo la sua conoscenza in un tribunale di Beirut dove accusa i suoi genitori di averlo fatto nascere, condannandolo all’infelicità.
Nadine Labaki ci immerge in una dimensione di dramma che ha al centro il ruolo genitoriale e la Dichiarazione dei Diritti dei bambini e ci obbliga a confrontarci con gli argomenti trattati e a porci domande.
I muri sono scrostati come gli animi in una storia in cui un bambino non può e non deve comprendere ciò che spinge i propri genitori all’indifferenza. Zaid sa solo, intimamente, profondamente fino alla viscere, che non è giusto. E si ribella.


Cyrano Mon Amour, per la regia di Alexis Michalik: teatro e cinema si fondono in un film che ha la forza rara delle storie belle da piangere.

Cyrano Mon Amour, per la regia di Alexis Michalik: teatro e cinema si fondono in un film che ha la forza rara delle storie belle da piangere.

Commedia, Francia 2018.
Regia di Alexis Michalik.
Con Thomas Solivéres, Olivier Gourmet, Mathilde Seigner, Tom Leeb, Lucie Boujenah.
Distribuzione Officine Ubu.
In uscita il 18 aprile

La storia romanzata del drammaturgo Edmond Rostand.
Autore di talento, Edmond Rostand sogna di passare dall’ombra alla luce. L’occasione arriva da Constant Coquelin, divo navigato per il quale Rostand dovrà scrivere una commedia in tre settimane. Il 28 dicembre del 1897 al Théâtre de la Porte Saint-Martin andrà in scena “Cyrano de Bergerac”, il testo più recitato della storia del teatro francese.
Combinando vero e falso, Alexis Michalik racconta come è nata la storia del naso più famoso di tutti i tempi, attraverso una commedia brillante che debutta con successo prima a teatro e arriva finalmente al cinema con lo spirito di Shakespeare in love. Il regista impiega a meraviglia lo spazio illimitato del cinema e dirige con entusiasmo un film che ha la forza rara delle storie belle da piangere. E il pennacchio.

ORO VERDE - C'ERA UNA VOLTA IN COLOMBIA

ORO VERDE – C’ERA UNA VOLTA IN COLOMBIA

In uscita l’11 aprile
Drammatico, Colombia, Danimarca 2018.
Regia di Cristina Gallego, Ciro Guerra.
Con Carmiña Martínez, José Acosta, Jhon Narváez, Natalia Reyes, José Vicente.

Tra film antropologico e gangster movie, la trasformazione epocale e violenta di un popolo.
Una famiglia di agricoltori entra a far parte del commercio della droga e si rende conto che deve fare i conti con i risvolti violenti del cambiamento.
Da semplici pastori a esperti uomini d’affari: le origini del narcotraffico in Colombia attraverso la storia epica di una famiglia inidgena wayùu. La matrona Ursula, l’audace Raphayet e la bella Zaida scopriranno la ricchezza, ma anche i suoi risvolti tragici. Avidità e sete di potere metteranno a repentaglio le loro vite, la loro cultura, i loro riti ancestrali.

WONDER PARK

WONDER PARK

In uscita l’11 aprile
Animazione, Avventura, Commedia – USA, Spagna 2019.
Regia di David Feiss.
Con Luigi Esposito (II), Rosario Morra, Francesco Facchinetti, Mila Kunis, Jennifer Garner.

La magia di un parco di divertimenti.
June, una ragazza piena d’immaginazione, scopre nel bosco un incredibile parco divertimenti – chiamato Wonderland. Nonostante sia pieno di fantastiche giostre e animali parlanti, il parco si trova in uno stato di grande caos. La ragazza scoprirà presto che Wonderland è frutto della sua immaginazione ed è lei l’unica in grado di riportare tutto all’ordine. Insieme a questi animali fantastici, June dovrà salvare questo posto magico, riportando la meraviglia in Wonderland.

A SPASSO CON WILLY

A SPASSO CON WILLY

In uscita il 18 aprile
Animazione, Francia 2019.
Regia di Eric Tosti.

Diretto da Eric Tosti, è la storia del giovane Willy, che – a seguito della distruzione della loro navicella – viene separato dai genitori con cui viaggiava nello spazio. La sua capsula di salvataggio atterra su un pianeta selvaggio e inesplorato. Con l’aiuto di Buck, un robot di sopravvivenza, dovrà cavarsela fino all’arrivo dei soccorsi. Nel frattempo Willy, Buck e Flash, una creatura aliena con cui hanno stretto amicizia, scopriranno il pianeta, la sua fauna, la sua flora… ma anche i suoi pericoli.

Lascia un Commento

*

Scrivi anche tu
su Traffico di parole

GLI ARTICOLI PIU LETTI

PAROLE IN TRAFFICO

CATEGORIE

Meta