I film del prossimo Festival di Venezia – di Marco Giusti per Dagospia

martedì 26 Luglio, 2022
Articolo scelto dalla Redazione
Letto 36 volte

LA VENEZIA DEI GIUSTI – SONO USCITI I FILM CHE ANDRANNO A VENEZIA. TUTTO O QUASI COME AVEVAMO PREVISTO PER VENEZIA79, ALMENO PER QUANTO RIGUARDA IL CONCORSO – SONO GIÀ LANCIATISSIMI PER IL LEONE D’ORO (E PER L’OSCAR) “BONES AND ALL” DI LUCA GUADAGNINO CON TAYLOR RUSSELL E TIMOTHÉE CHALAMET, “THE WHALE” DI DARREN ARONOFSKY CON BRENDAN FRASER, , “THE SON” DI FLORIAN ZELLER CON ANTHONY HOPKINS, “BLONDE” DI ANDREW DOMINICK CON ANA DE ARMAS CHE FA LA MARILYN DI JOYCE CAROL OATES – I FILM ITALIANI SONO QUATTRO, AVENDO CLASSIFICATO COME AMERICANO IL FILM DI GUADAGNINO…

Ecco i film che andranno a Venezia. In barba al Covid (ve ne eravate scordati, eh?), alla potenza di Cannes e agli hackeraggi dei russi capaci di mandare in tilt i server del Lido, alle elezioni di settembre, con lo spauracchio della destra vincente e di Vittorio Sgarbi nuovo ministro della cultura (mamma mia!) pronto a cacciare Barbera e Cicutto voluti dalla sinistra, ma soprattutto a imporre i noiosissimi film della sorella e i terribili capolavori di Pupi Avati (ma il suo film su Dante non c’è? Aiuto!), alla crisi del cinema italiano ormai scomparso dalle sale, e presente solo a Venezia per fare vedere i film a amici e parenti nelle sale buone, alla morte della sinistra colta di Roma Nord, allo strapotere di Netflix sempre più dominante in laguna.

the whale di darren aronofsky the whale di darren aronofsky

Ma parliamo di titoli. Tutto o quasi come avevamo previsto per Venezia79, no? Almeno per quanto riguarda il concorso. Sono già lanciatissimi per il Leone d’Oro (e per l’Oscar) il road movie sentimentale e un bel po’ insanguinato “Bones and All” di Luca Guadagnino con Taylor Russell e Timothée Chalamet, “The Whale” di Darren Aronofsky con Brendan Fraser, “Tar” di Todd Field con Cate Blanchett primo direttore d’orchestra donna, “The Son” di Florian Zeller con Anthony Hopkins, “Blonde” di Andrew Dominick con Ana de Armas che fa la Marilyn di Joyce Carol Oates, ma anche il non previsto, da me, “The White Noise” di Noah Baumbach con Adam Driver e Greta Gerwig, tratto dal romanzo di Don De Lillo, che aprirà il Festival, o “Un couple” di Frederick Wiseman con Nathalie  Boulefeu, “The Banshee of Inisherin” di Martin McDonagh con co Brendan Gleeson e Coli Farrel, “Bardo” di Alejandro Inarritu.

Non avevo calcolato altri film interessati come quelli di Roschdy Zem, “Our Ties”,No Bears” di Jafar Panahi, ancora in carcere, mentre avevo capito che “Saint Omer” di Alice Diop, non poteva finire fuori concorso. Ci si aspetta molto da “Athena” di Romain Gavras e da “The Eternal Daughter” di Joana Hogg. I film italiani, esattamente come previsto, sono quattro, avendo classificato come americano il film di Guadagnino.

il signore delle formiche 1 il signore delle formiche  

Il signore delle formiche” di Gianni Amelio co Luigi Lo Cascio che fa il professor Braibanti, finito in carcere per plagio del suo studente e fidanzato, un celebre caso di omofobia italiana che piacerà sicuramente alla Meloni, “Chiara” di Susanna Nicchiarelli sulla vita di Santa Chiara interpretata dalla Margherita Mazzucco di “L’amica geniale”, “Monica” di Andrea Pallaoro, “L’immensità” di Emanuele Crialese con Penelope Cruz che si traveste da Raffaella Carrà. Gli altri film italiani sono sparsi qua e là.

riprese di siccita di paolo virzi 1 riprese di siccita di paolo virzi  

Siccità” di Paolo Virzì è finito fuori concorso, “Princess” di Roberto De Paolis aprirà invece Orizzonti, dove troverete anche l’esordiente Elodie in “Ti mangio il cuore” di Pippo Mezzapesa. Fuori concorso anche Gianfranco Rosi con “In viaggio”. Tutti gli altri film italiani, dal “Colibrì” dell’Archibugi con Nanni Moretti e Pierfrancesco Favino al Caravaggio di Michele Placido con Riccardo Scamarcio finiranno probabilmente al rinnovato Festival di Roma di Paola Malanga.

l ombra di caravaggio 2 l’ombra di caravaggio

Come sarà questo festival, insomma. Mi sembra ricco, grazie ai film da Oscar e ai film Netflix, con grandi nomi. Mancano magari film più sperimentali, c’è pochissimo Oriente, il quartetto italiano non è così originale, ma questo avevamo prodotto. Già di culto, ovviamente, il documentario su Zeffirelli di Anselma Dell’Olio.

CONCORSO

White Noise (opening film) – Dir. Noah Baumbach

Il Signore Delle Formiche – Dir. Gianni Amelio

penelope cruz in l immensita 3 Penelope Cruz  

The Whale – Dir. Darren Aronofsky

L’Immensità – Dir. Emanuele Crialese

Saint Omer – Dir. Alice Diop

Blonde – Dir. Andrew Dominik

TÁR – Dir. Todd Field

Love Life – Dir. Koji Fukada

Bardo, False Chronicle Of A Handful Of Truths – Dir. Alejandro G. Inarritu

Athena – Dir. Romain Gavras

Bones And All – Dir. Luca Guadagnino

The Eternal Daughter – Dir. Joanna Hogg

Beyond The Wall – Dir. Vahid Jalilvand

ana de armas in blonde 2 ana de armas in blonde  

The Banshees Of Inisherin – Dir. Martin McDonagh

Argentina, 1985 – Dir. Santiago Mitre

Chiara – Dir. Susanna Nicchiarelli

Monica – Dir. Andrea Pallaoro

No Bears – Dir. Jafar Panahi

All The Beauty And The Bloodshed (documentary) – Dir. Laura Poitras

A Couple – Dir. Frederick Wiseman

The Son – Dir. Florian Zeller

Our Ties – Dir. Roschdy Zem

Other People’s Children – Dir. Rebecca Zlotowski

the hanging sun 3 the hanging sun 3

OUT OF COMPETITION – FICTION

The Hanging Sun (closing film) – Dir. Francesco Carrozzini

When The Waves Are Gone – Dir. Lav Diaz

Living (previously at Sundance) – Dir. Oliver Hermanus

Dead For A Dollar – Dir. Walter Hill

Call Of God – Dir. Kim Ki-duk

Dreamin’ Wild – Dir. Bill Pohlad

Master Gardener – Dir. Paul Schrader

Siccità – Dir. Paolo Virzi

Pearl – Dir. Ti West

Don’t Worry Darling – Dir. Olivia Wilde

In Viaggio di Gianfranco RoSI In Viaggio di Gianfranco RoSI

OUT OF COMPETITION – NON-FICTION

Freedom On Fire: Ukraine’s Fight For Freedom – Dir. Evgeny Afineevsky

The Matchmaker – Dir. Benedetta Argentieri

Gli Ultimi Giorni Dell’umanità – Dir. Enrico Ghezzi, Alessandro Gagliardo

A Compassionate Spy – Dir. Steve James

Music For Black Pigeons – Dir. Jorgen Leth, Andreas Koefoed

Copenhagen Cowboy Copenhagen Cowboy

The Kiev Trial – Dir. Sergei Loznitsa

In Viaggio – Dir. Gianfranco Rosi

Bobi Wine Ghetto President – Dir. Christopher Sharp, Moses Bwayo

Nuclear – Dir. Oliver Stone

OUT OF COMPETITION – SERIES

The Kingdom Exodus – Dir. Lars von Trier

Copenhagen Cowboy – Dir. Nicolas Winding Refn

ti mangio il cuore 3 ti mangio il cuore 

HORIZONS

Princess (opening film) – Dir. Roberto De Paolis

Victim – Dir. Michal Blasko

On The Fringe – Dir. Juan Diego Botto

Trenque Lauquen – Dir. Laura Citarella

Vera – Dir. Tizza Covi, Rainer Frimmel

Innocence (documentary) – Dir. Guy Davidi

Blanquita – Dir. Fernando Guzzoni

For My Country – Dir. Rachid Hami

A Man – Dir. Kei Ishikawa

Bread And Salt – Dir. Damian Kocur

Luxembourg, Luxembourg – Dir. Antonio Lukich

Ti Mangio Il Cuore – Dir. Pippo Mezzapesa

To The North – Dir. Mihai Mincan

Autobiography – Dir. Makbul Mubarak

The Sitting Duck – Dir. Jean-Paul Salome

nezouh 1 nezouh 1

World War III – Dir. Houman Seyedi

The Happiest Man In The World – Dir. Teona Strugar Mitevska

The Bride -Dir. Sergio Trefaut

HORIZONS EXTRA

Origin Of Evil (opening film) – Dir. Sebastien Marnier

Hanging Gardens – Dir. Ahmed Yassin Al Daradji

Amanda – Dir. Carolina Cavalli

Red Shoes – Dir. Carlos Eichelmann Kaiser

Nezouh – Dir. Soudade Kaadan

Notte Fantasma – Dir. Fulvio Risuleo

Without Her-Dir. Arian Vazirdaftari

Valeria Is Getting Married – Dir. Michal Vinik

Goliath – Dir. Adilkhan Yerzhanov

Desperate Souls, Dark City and the Legend of Midnight Cowboy - Nancy Buirski Desperate Souls, Dark City and the Legend of Midnight Cowboy – Nancy Buirski

VENICE CLASSICS DOCUMENTARIES

Ragtag – Giuseppe Boccassini

Desperate Souls, Dark City and the Legend of Midnight Cowboy – Nancy Buirski

Fragments of Paradise – KD Davison

Franco Zeffirelli, conformista ribelle – Anselma Dell’Olio

Jerry Schatzberg, portrait paysage – Pierre Filmon

Godard seul le cinéma – Cyril Leuthy

The Ghost of Richard Harris – Adrian Sibley

Bonnie – Simon Wallon

Sergio Leone – L’italiano che inventò l’America – Francesco Zippel

Biennale College Cinema

Come le tartarughe – Monica Dugo

Banu – Tahmina Rafaella

Palimpsest - Hanna VAstinsalo Palimpsest – Hanna VAstinsalo

Mountain Onion – Eldar Shibanov

Palimpsest – Hanna Västinsalo

Biennale College Cinema – Virtual Reality

Elele – Sjoerd van Acker

Mono – Chiara Troisi

Chroma 11 – Tsang Tsui-Shan

padre pio di abel ferrara 3 padre pio di abel ferrara 

Lascia un Commento

*

Scrivi anche tu
su Traffico di parole

GLI ARTICOLI PIU LETTI

PAROLE IN TRAFFICO

CATEGORIE

Meta